PDF

Papilloma intraduttale della mammella

 

 

Cosa è il papilloma intraduttale della mammella

Il papilloma intraduttale della mammella è una patologia dei dotti galattofori della mammella. Ha una bassa probabilità di trasformazione maligna.  La lesione papillare può essere unica o multipla, anche bilaterale. I papillomi multipli (papillomatosi) originano dai dotti più periferici e possono evolvere  verso il cancro della mammella.  Le dimensioni del papilloma sono in genere piccole e non palpabili. La manifestazione più frequente è una secrezione dal capezzolo della mammella. La secrezione più indicativa della presenza di un papilloma è quella siero-ematica o ematica scura.

La secrezione può essere:

  • sierosa
  • sieroematica
  • ematica

Spesso la secrezione è mono-orifiziale e monolaterale, esce cioè da un solo poro del capezzolo e da una sola mammella. Può essere una secrezione episodica spontanea e può uscire sotto compressione mirata del tessuto mammario circostante. Può essere incostante.

Diagnosi

La diagnosi è possibile mediante esecuzione di striscio della secrezione per esame citologico e mediante un esame radiologico chiamato DUTTOGALATTOGRAFIA, che si esegue incannulando il dotto secernente, iniettando un mezzo di contrasto radiologico e facendo successivamente una mammografia. In tal modo è possibile evidenziare il difetto di riempimento del dotto ed il papilloma.

Intervento

Si consiglia la asportazione del papilloma per la possibile associazione con patologie maligne della mammella.  Si può eseguire in regime di ospedalizzazione breve (ambulatoriale o Day-surgery).