Notice

PDF

Calcoli della colecisti - Colecistectomia sequenziale

La colecistectomia sequenziale si attua quando esiste una calcolosi associata della colecisti e del coledoco.

I calcoli biliari presenti nella colecisti possono talvolta migrare nel coledoco (un condotto che porta la bile verso l'intestino) e rimanere intrappolati in una porzione ristretta nella zona terminale del coledoco, cosiddetta papilla di Vater.

Se il coledoco si ostruisce, è necessario rimuovere l'ostacolo. Un mezzo per rimuovere questo ostacolo è l'ERCP, una metodica endoscopica che permette di eseguire piccole manovre sul coledoco, allo scopo di rimuovere i calcoli al suo interno.

La ERCP è una procedura utilizzata per diagnosi e per la terapia di patologie delle vie biliari.

La procedura ERCP è generalmente eseguita con paziente sedato. Consiste nell'introdurre uno strumento endoscopico attraverso la bocca fino allo stomaco ed al duodeno. Nel duodeno sbocca il coledoco, proveniente dal fegato e dalla colecisti,  ed il dotto pancreatico  che invece riversa nell'intestino i succhi pancreatici.

Iniettando un mezzo di contrasto radiologico ed eseguendo una radiografia è possibile identificare la presenza di alterazioni del contenuto del coledoco. Se ci sono calcoli, utilizzando un canale dell'endoscopio è possibile  aprire il condotto ed inserire strumenti per la rimozione dei calcoli, inserire piccoli tubi per drenare la bile o inserire protesi dilatative.

Una volta eseguita la manovra di bonifica del coledoco si può procedere a rimuovere la Colecisti per via laparoscopica, realizzando la cosiddetta colecistectomia sequenziale alla metodica ERCP.

In pazienti particolarmente compromessi, in cui un intervento chirurgico è particolarmente gravoso,  la ERCP può rappresentare una terapia palliativa della calcolosi della colecisti.