Notice

PDF

Neoplasie del colon - Chirurgia laparoscopica

Chirurgia laparoscopica del colon

La chirurgia laparoscopica delle neoplasie del colon ha guadagnato un posto di rilievo nei confronti della chirurgia tradizionale con incisione laparotomica mediana addominale.

L'intervento di asportazione del colon per via laparoscopica ha permesso di conseguire alcuni significativi vantaggi per il paziente.

Vantaggi

Quali sono i vantaggi dell'approccio laparoscopico:

  • riduzione della estensione delle cicatrici chirurgiche,
  • riduzione del dolore postoperatorio,
  • riduzione della durata della degenza,
  • riduzione della necessità di trasfusioni di sangue,
  • riduzione dello stress da trauma chirurgico,
  • una ripresa della funzione intestinale più rapida rispetto alla chirurgia tradizionale,
  • miglioramento della funzione respiratoria dopo l'intervento per minor dolore sull'addome,
  • riduzione del rischio di laparocele, cioè di ernia della ferita chirurgica successiva all'intervento,
  • miglioramento del risultato estetico,
  • rapida ripresa delle normali attività quotidiane e lavorative.

Gli svantaggi della chirurgia laparoscopica del colon sono legati alla necessità di un tempo chirurgico maggiore e alla necessità di avere, per il paziente, un funzionamento normale dell'apparato cardiocircolatorio e della funzione respiratoria. Durante l'intervento l'addome viene insufflato con anidride carbonica e questo può influire negativamente sull'ossigenazione del paziente perchè la aumentata pressione addominale durante l'intervento laparoscopico ostacola la escursione del diaframma e quindi la ventilazione polmonare.

Le indicazioni alla terapia chirurgica sono le lesioni neoplastiche del colon, i grossi polipi non asportabili per via endoscopica, la presenza di infiltrazione neoplastica della base del polipo. Prima di procedere alla aposrtazione chirurgica è indispensabile l'esecuzione di una colonscopia per avere una conoscenza precisa della sede del polipo ed eventualmente il suo tatuaggio endoscopico. Il tatuaggio consiste nell'iniettare, nello spessore della parete del colon, inchiostro di china che si possa rilevare durante la laparoscopia.

Risultati

I risultati dal punto di vista oncologico sono sovrapponibili alla chirurgia tradizionale, con la stessa lunghezza di intestino asportata, lo stesso numero di stazioni linfonodali e quindi la stessa radicalità oncologica rispetto all'intervento tradizionale. La ripresa della normale attività quotidiana è più rapida con la tecnica laparoscopica rispetto al taglio addominale.

La chirurgia laparoscopica del colon può essere effettuata sia per resezioni del colon destro, del trasverso, per il colon sinistro e retto.

Tutta la patologia del colon (la malattia diverticolare e neoplastica) può essere trattata con la chirurgia laparoscopica del colon.